.
Annunci online

la_caraex
* Ciò ChE Mi nUtRe Mi uCciDe *
30 maggio 2007
il ricordo di una xsn

KNOCKIN’ ON HEAVENS DOOR

Momma take this badge off of me
I can't use it anymore
It's getting dark, too dark to see
Feel I'm knockin' on heaven's door

Knock knock knockin' on heaven's door

Momma put my guns in the ground
I can't shoot them anymore
That long black cloud is coming down
I Feel like I'm knockin' on heaven's door

Knock knock knockin' on heaven's door

…e allora, io mi ritrovo ancora qui, ad un anno di distanza, a pensare QUANTO può valere la vita? Fa differenza se muore un bimbo, un adolescente o un vecchio? Fa differenza se muore chi è povero, chi è ricco, chi è brutto, chi è bello, chi è stronzo, chi è simpatico, chi è dolce, chi è viziato, chi è sgarbato, chi è…?

Io, cm al solito, su quest’argomento non so che dire…non ho parole…c’ho solo un’enorme rabbia dentro di me, quella rabbia che mi fa piangere…piangere xké non capisco xké, piangere xké è sempre tutto fantastico e ad un tratto la vita, o in questo caso la morte, ti scaraventa all’inferno, ti fa soffrire x qualcosa di cui te non hai colpa…e allora xké? Xké tante storie, xké non semplicemente felicità e basta? Che cazzo vuoi da noi, si può sapere? È sempre così nella vita: star bene, star male, star bene, star male…e x che cosa alla fine? X crepare anche noi!

La vita ci fotterà sempre, xké faremo sempre tutto il possibile x essere felici, x avere una bella vita...ma alla fine non conta...si muore comunque...
nn credo cambi qualcs, la morte fa male comunque, colpisce dove meno te lo aspetti e ti uccide...

la vita è una fregatura...è una fottuta merda...

e quindi io mi rifaccio questa cazzo di domanda x l’ennesima volta: “xkè facciamo quello ke facciamo se sappiamo ke in ogni momento potremmo dover smettere di vivere?”

xké nn sappiamo qnd moriremo!

Beh, cmq nn cambia un cazzo…è sempre la solita merda…si viene e si va, altri restano piú a lungo, ma alla fine tutti siamo destinati a crepare…dove, qnd e come dipende da qualcuno o qualcosa che nessuno sa…e quindi, cara silvia, nn ha senso farti tutte ste seghe mentali…x un cazzo proprio! Nessuno mi saprá rispondere e quindi io cercheró di nn pensarci, di far finta che la vita sia eterna, ma allo stesso tempo di avere solo questo giorno…alla fine, mi sono incazzata x niente, ho pianto x niente, sn triste x niente e frá un pó sembreró felice x niente…xké il vuote che mi porto dentro, con tutte ste paranoie che mi tiro peggiora…e sperando che un giorno qualcuno mi possa dare una cazzo di risposta, xké senó io usciró fuori di testa, vi saluto e CI auguro di essere abbastanza forti x andare sempre avanti in questa fottuta vita…

ciau julian, ciau nonno, ciau christian, ciau markus…

...ci rincontreremo...dall'altra parte della strada...




permalink | inviato da il 30/5/2007 alle 16:20 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa
sfoglia
  

Rubriche
Link
Cerca

Feed

Feed RSS di questo 

blog Reader
Feed ATOM di questo 

blog Atom
Resta aggiornato con i feed.

Curiosità
blog letto 1 volte



-_- caraex@hotmail.it -_-


Anouk - Michel
















Se Non tI va BenE
QuELlo Ke sONo
pegGIo PeR Te
PeCHè TutTO QuelLo
ChE VedRAi
è QuElLo cHE soNo!




Some think
I'm smiling
Some think I'm sad
...
Does it matter?
...
Just let me live and go my way
...
All I want is PEACE







ci vuole molto più coraggio
ad essere NESSUNO
che ad essere
QUALCUNO


LEGGETE:
volevo parlare chiaramente a chi parla di suicidio alla leggera.
Lo so ke nn sn cose gradevoli, ma ki nn ci passa nn sa ke genere
di offesa potrebbe essere sentir dire certe cose dette tanto x dire
...
quando pensi al suicidio hai un male dentro, senti il cuore ke sta
per cedere e fa male nel petto, spinge x uscire, la mente ti dice
alzati e reagisci, ma con la testa tra le mani vorresti urlare e
chiedere "come?" ma non puoi xkè rischieresti di svegliare tutti in
casa... ed è lì che seduto tra l'armadietto degli asciugamani e il
cesso cerchi di soffocare quelle lacrime ke non smettono più di
scendere lungo le guance e i singhiozzi... ti alzi, ti guardi nello
specchio, ti illudi di non essere tu, tu non sei così, tu sei forte e
non potresti mai cadere così in basso, invece sì è successo pure
a te, davanti a te c'è quella forbice, la guardi e la premi contro
la carne del braccio, inizia a bruciare e l'unico dolore che senti
è quello,
non senti più il cuore spingere, le lacrime ti sono indifferenti,
il mondo non ti stringe più...ma la forza ti manca e fino in
fondo non ci vai e t
i ritrovi ancora qui a raccontare anke di quella
volta ke eri in casa da sola, hai chiuso tutte le porte e ti sei sporta
da quel davanzale dal quale ancora adesso hai paura ad affacciarti
perchè ti torna in mente tutta la paura di quel giorno di cedere e
non farcela, paura di restare sola per tutta la vita...
pensare che non hai nessuno a cui dire addio perchè non c'è
nessuno che pensi a te in quei momenti in cui invece avresti
proprio bisogno di quell'abbraccio...poi il citofono suona e ti risvegli,
tiri un sospiro di sollievo un brivido ti corre lungo la schiena,
appena lei aprirà quella porta potrai abbracciarla e dirle "aiutami
ho paura", così fu e così ti aiutò ad uscirne! non è una cosa bella
vivere quei momenti gente e non è bello sentirne parlare con così
tanta leggerezza.."
-INK-




IL CANNOCCHIALE